La Cabina di Regia ha il compito di coordinare e raccordare i vari soggetti coinvolti nella realizzazione dei singoli Piani Integrati Urbani ed assicurare la sostenibilità della scelte.

Sono componenti della Cabina di Regia ed hanno diritto al voto:

  • II Sindaco, in qualità di Presidente;
  • L’Assessore regionale all’Urbanistica;
  • Il Capo di Gabinetto o il vice Capo di Gabinetto, incaricato per la programmazione 2007/2013;
  • Il Presidente della Provincia di Napoli;
  • Il Coordinatore dell’A.G.C.-Governo del territorio;
  • Autorità di Gestione dei POR Campania 2007/2013;
  • Responsabile tecnico-amministrativo del Comune;
  • Ministero dei Beni e Attività Culturali - direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania.

La partecipazione alla cabina di regia è a titolo gratuito e possono essere invitati ai lavori altri soggetti o enti, a titolo consultivo, in base alle specifiche tematiche e questioni affrontate in ciascuna convocazione.

diapositiva2
 

Al fine di dare attuazione agli impegni assunti e in ottemperanza alle indicazioni fornite dai regolamenti comunitari, con Ordinanza Sindacale n. 29 del 18/01/08, veniva istituito l’ufficio di “PIU Europa” con struttura organizzativa e organico composto da figure tecniche e amministrative, la struttura operativa è dislocata nelpalazzo Comunale, presso il V Settore - Urbanistica, in Via Campitelli, di Portici.

 

Detto Ufficio, come si legge nella Relazione previsionale e programmatica 2009, è incaricato della programmazione, progettazione, monitoraggio e rendicontazione di azioni integrate volte al raggiungimento dei obiettivi multisettoriali.

 

Di seguito si illustrerà la composizione dell’Ufficio, articolata nelle diverse Unità operative:

  • Unità per il coordinamento;
  • Unità per la segreteria tecnico/amministrativa;
  • Unità per la gestione finanziaria e certificazione;
  • Unità per i controlli di I livello;
  • Unità per il monitoraggio degli interventi;
  • Unità per la comunicazione/informazione;
  • Unità per i rapporti con la Regione, con gli organismi intermedi e con il partenariato di territorio;
  • Assistenza tecnica.

Coerentemente con quanto stabilito dal Regolamento 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999, il Comune di Portici, per l’attuazione del P.I.U, assicura l’adeguamento delle strutture dell’Ente in funzione delle caratteristiche e dei termini della delega che saranno stabiliti nell’Accordo.

Tale organizzazione avrà il compito di assolvere a tutte le funzioni e gli adempimenti, previsti all’art. 60, nonché a tutte le procedure di attuazione del P.O FESR. Attraverso lo strumento di gestione delle deleghe, e previa verifica dei requisiti di cui all’art.42 del Regolamento 1083/2006 e secondo quanto previsto nelle Linee Guida del PIU e nel POR FESR (paragrafo 5.2.6 – Organismi Intermedi), la Regione Campania, con apposito atto affiderà al Comune di Portici una sovvenzione globale per la gestione del Programma Integrato Urbano.

A tal fine il Comune di Portici ai sensi di quanto disposto dall’art. 12 del Regolamento 1828/2006, assumerà le funzioni Organismo Intermedio per la realizzazione del PIU.