Seguici su

Esplora contenuti correlati

29 Aprile 2021

CITTADINANZA ONORARIA A ZAKI

Con deliberazione n. 16 del 29/04/2021 il Consiglio Comunale ha approvato il conferimento della Cittadinanza Onoraria della Città di Portici a Patrick George Zaki, studente attivista per i diritti umani e di genere, su proposta del Forum dei Giovani di Portici considerata la libertà ideologica e materiale espressa attraverso l’attività politica nel corso dei suoi studi universitari transnazionali, mortificata dalla detenzione che tutt’ora è in essere nel suo paese di origine”.

Patrick George Zaki è nato a Mansura in Egitto e il 16 giugno del 2021 compirà trent’anni. Patrick studia all’Università statale di Bologna dove frequenta il Master Erasmus Mundus in Studi di Genere e delle Donne denominato GEMMA, un corso di studi unico e d’ eccellenza, sponsorizzato dalla Commissione Europea come “a pilot project and model in the field of Women’s Studies and Gender Studies in a European and global perspective”. Si batte attivamente per la difesa dei diritti umani e per i diritti delle minoranze, della comunità LGBT e delle comunità cristiane cacciate dal Nord del Sinai. E’ detenuto illegalmente da 15 mesi dal governo egiziano nel carcere di massima sicurezza di Tora al Cairo con accuse pretestuose che riguardano la propaganda sovversiva tramite i Social Network, l’istigazione alle proteste antigovernative che minano l’autorità dello Stato, la diffusione di notizie false che disturbano l’ordine sociale. All’ombra dei reati formalmente imputati, la detenzione di Zaki sembrerebbe piuttosto riconducibile alle sue attività di denuncia, di informazione, di critica pubblica, assolutamente legittime secondo il diritto internazionale, come già accaduto per altri ricercatori e attivisti prima di lui.

Diversi comuni italiani, da nord a sud, hanno aderito all’iniziativa “100 Città con Patrick”, campagna di advocacy promossa dall’organizzazione no-profit GoFair, allo scopo di sensibilizzare ulteriormente le istituzioni nazionali e internazionali e aumentare la pressione dell’opinione pubblica per restituire la libertà al giovane ricercatore egiziano. Tra i capoluoghi ci sono anche Bologna, Milano, Napoli, Messina. L’ attribuzione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki non è solo un attestato di vicinanza umana alla sua persona ma è un importante segnale di solidarietà della Città di Portici nei confronti di tutti coloro che vengono ingiustamente detenuti e condannati da governi dittatoriali solo per aver espresso liberamente il loro pensiero o per aver partecipato ad associazioni e movimenti che si battono per i diritti civili e politici.

Il 14 aprile 2021 il Senato ha approvato l’ordine del giorno che impegna il Governo ad attivarsi per conferire a Zaki la cittadinanza italiana e a sollecitare la sua liberazione. Presente in aula a favore della causa la senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana.

Il conferimento della Cittadinanza Onoraria della Città di Portici a Zaki diventa oggi, dunque, non solo un atto simbolico rilevante ma un esercizio di democrazia condivisa.