{jumi [*3]}

Giovedi' a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, la Città di Portici è stata premiata risultando tra i 100 Comuni d’Eccellenza che si sono distinti per attività virtuose intraprese sul territorio. Portici ha concorso per la categoria dell’ organizzazione di manifestazioni musicali e teatrali con il Progetto MozArt Box 2017.

Portici sarà inclusa in “100 Mete d’Italia” 2018, edito da RDE, volume a stampa di pregio dedicato ai “casi esemplari” rappresentativi di un’Italia virtuosa.
Possiamo promuovere la nostra Città cliccando su https://italive.it/mercatini-di-natale-al-museo-ferroviari…/ e votando per i Mercatini Natalizi di Pietrarsa che sono stati selezionati per questo concorso.

Ancora una storia di solidarietà umana che voglio raccontarvi la storia di Orsola Tolino, una Cittadina porticese che ieri ha festeggiato cent’anni di vita. 
Vedendola ieri attorniata dal calore e dall’affetto che ho potuto constatare di persona, portandole un omaggio per l’importante traguardo raggiunto, mai avrei pensato ad un passato segnato da un così triste episodio. 
Nonna Orsola è stata “adottata”. A prendersi cura di lei è stata Lucia con la sua famiglia.
Poco prima dell’arrivo di Lucia, anche quest’anziana stava seriamente rischiando di morire a causa di un grave stato di abbandono.
La Sua ultima badante l’aveva lasciata sola, senza poter avvisare nessun parente.
Per cinque giorni nessuno si è occupato di nonna Orsola. Non ha mangiato, non si è mossa dal letto, si è tenuta in vita soltanto bevendo.
Ad accorgersi di lei è stato il portiere del palazzo dove viveva , che ha poi avvisato Lucia che si è fin da subito messa a disposizione per accudire l’anziana, prima soltanto a domicilio e poi addirittura portandola in casa sua. 
Quando infatti la nonna porticese è stata sfrattata, Lucia, aiutata dalle sorelle, non ha esitato a prenderla con se, strappandola a un destino di profonda solitudine.
A Nonna Orsola abbiamo donato una targa per attestarLe gli auguri da parte della Nostra amministrazione ed un mazzo di fiori legati in un nastro tricolore a testimonianza e a nome dell’intera comunità.
Insieme abbiamo poi mangiato una fetta di torta e brindato ai suoi cento anni.

 

         

 

 

 

 

Oltre 100 femminicidi all'anno, una donna uccisa ogni 3 giorni; 4,5 milioni di donne in Italia hanno subito nel corso della propria vita violenza, abusi o molestie fisiche gravi come stupri o tentati stupri; 3,5 milioni le donne che hanno subito stalking. Numeri da brividi di un fenomeno che va combattuto con fermezza e con tutte le armi a disposizioni e da parte di tutti: a partire dalle istituzione e per finire da ognuno di noi.
Il 1522 è il numero anti-violenza sulle donne: non esistate a chiamarlo per dire basta alle violenze!