Seguici su

Esplora contenuti correlati

Matrimonio

Descrizione del servizio

Il certificato di matrimonio comprende i dati anagrafici degli sposi, il luogo del matrimonio e il relativo stato civile degli sposi. L’estratto di matrimonio riporta gli stessi dati con l’aggiunta di eventuali annotazione.

Come accedere al servizio

Per ottenere questi certificati il cittadino deve recarsi agli uffici anagrafici dove i certificati dal 1981 a oggi, vengono rilasciati informaticamente dagli operatori dello sportello. Per tutti i cittadini che hanno contratto il matrimonio precedentemente, i certificati suddetti vengono rilasciati immediatamente dall’ufficio Stato Civile, dopo una verifica dei relativi registri e l’inserimento informatico dei dati.

Dove recarsi, tempi e costi

Il rilascio dei certificati è immediato e tutti quelli rilasciati dallo stato civile sono esenti da costi.
Gli orari di apertura al pubblico sono disponibili cliccando qui.

Matrimonio civile e concordatario

Il matrimonio può essere celebrato sia davanti all’ufficiale di stato civile e quindi con rito civile che innanzi a un ministro di culto, con rito religioso. Può essere celebrato sia davanti all’ufficiale di stato civile e quindi con rito civile che innanzi a un ministro di culto, con rito religioso.
Entrambe le forme conferiscono ai coniugi i medesimi diritti e doveri di cui si farà cenno più avanti. Nell’ambito dei matrimoni religiosi si distingue poi tra matrimonio concordatario e matrimonio celebrato davanti al ministro di culto non cattolico. Il matrimonio concordatario è il matrimonio celebrato davanti a ministri di culto cattolico, disciplinato dal codice civile e regolamentato dagli accordi tra Santa Sede e Stato Italiano. L’attribuzione degli effetti civili al matrimonio concordatario segue un procedimento del tutto analogo a quello previsto per il matrimonio con rito civile.
Alla celebrazione segue la redazione dell’atto di matrimonio che può anche contenere la scelta del regime patrimoniale (comunione legale o separazione dei beni) effettuata dai coniugi, nonché la trascrizione dell’atto di matrimonio da parte dell’ufficiale di stato civile.