Seguici su

Esplora contenuti correlati

B) AREA POVERTA’

B.1 Contrasto alla povertà

– REI

Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura nazionale di contrasto alla povertà. Il REI si compone di due parti: un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI) e un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

Ai sensi dell’articolo 13, decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, istitutivo del Reddito di Cittadinanza e della Pensione di Cittadinanza, il Reddito di Inclusione (REI) non può essere più richiesto a partire dal 1° marzo 2019, e dal successivo mese di aprile non è più riconosciuto né rinnovato per una seconda volta.

Per coloro ai quali il REI sia stato riconosciuto in data anteriore ad aprile 2019 (domande presentate entro il 28 febbraio 2019), il beneficio continua a essere erogato per la durata inizialmente prevista, fatta salva la possibilità di presentare domanda per il Reddito/Pensione di Cittadinanza.

– Il Reddito di Cittadinanza

Il Reddito di Cittadinanza è la nuova misura prevista dal Governo destinato alla fascia di popolazione che si trova sotto la soglia della povertà assoluta, che in base alla definizione dell’ISTAT ha a disposizione meno di 780 euro al mese. Il reddito di cittadinanza prevede in parallelo un percorso di ricollocamento per tutta la famiglia. Il sussidio, erogato tramite tessera elettronica, integra il reddito familiare e consente di coprire spese primarie. Per chi è abilitato al lavoro, l’erogazione del sussidio è legato ad un impegno attivo ad accettare offerte congrue proposte dai centri per l’impiego, dopo un percorso di riqualificazione (se necessario).

Dal 27 febbraio sul sito dell’Inps è disponibile il modulo per richiedere il reddito di cittadinanza. Le domande possono essere inoltrate online sul sito INPS, presentate alle Poste o compilate con l’ausilio dei Caf.

B.2 Banco alimentare

Il Comune di Portici, in collaborazione con il Banco Alimentare Campania ONLUS, ha aderito al Progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”. Il progetto ha previsto la fornitura di pacchi di prodotti agroalimentari in  favore di famiglie che vivono in condizioni di disagio socio – economico.

L’obiettivo del servizio è stato quello di sostenere, attraverso il contributo mensile del  beneficio “alimentare” un numero massimo di  230 nuclei familiari  del Comune di Portici.

La massima partecipazione al beneficio è stata consentita attraverso la pubblicazione di un Avviso pubblico rivolto alla cittadinanza del Comune di Portici.

Per l’anno 2019 non è più possibile presentare l’istanza avendo raggiunto il numero massimo di beneficiari previsto dal bando.

Per il ritiro del pacco alimentare, i cittadini ammessi al beneficio, saranno contattati dall’associazione o potranno rivolgersi direttamente presso tale associazione che gestisce il servizio presso Villa Fernandez, Via Diaz, 144 dalle 17,00 alle 19,00 dal lunedì al sabato.

B.3 Agevolazioni tariffarie: Erogazione delle Prestazioni Sociali Agevolate

I cittadini con basso reddito possono usufruire delle agevolazioni sulla fornitura idrica, elettrica e del gas.

I bonus consentono il riconoscimento di uno sconto in bolletta per le famiglie in condizioni di disagio fisico ed economico. Possono ottenere i bonus sia i cittadini intestatari di un contratto di fornitura individuale sia i fruitori di un impianto condominiale centralizzato.

La domanda va presentata presso i CAF convenzionati con il  Comune di Portici.

B.4 Contributo economico straordinario per l’emergenza abitativa (Contributo sfratto)

L’erogazione del contributo economico straordinario per l’emergenza abitativa sostiene e favorisce la ricerca autonoma di una sistemazione abitativa da parte delle famiglie che si trovano a fronteggiare problematiche abitative.

Il beneficio economico può essere ottenuto nei seguenti casi:

  • nuclei familiari privati dall’alloggio dichiarato inabitabile/inagibile dai competenti organi amministrativi e per il quale è stata adottata Ordinanza di sgombro coatto;
  • nuclei familiari interessati da ordinanze di sgombero per motivi igienico-sanitari e/o strutturali per l’alloggio in locazione;
  • di essere destinatario di provvedimento di sfratto esecutivo emanato dall’A.G. per cessata locazione;
  • di essere destinatario di provvedimento di sfratto esecutivo emanato dall’A.G. per morosità. Si precisa che, di norma lo sfratto esecutivo per morosità non è considerato condizione di emergenza abitativa salvo i casi che, in deroga alla regola generale, siano di gravi e comprovate situazioni di debolezza sociale ed economica attestata dai servizi sociali professionali, con esclusione di sfratti consecutivi.

La domanda è disponibile presso il Segretariato Sociale del Comune di Portici aperto al pubblico il lunedì e il mercoledì dalle 8:30 alle 12:30  il martedì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 e il giovedì  dalle 14.30 alle 15.30 in Via Salute, n.45.

Scarica al seguente link il regolamento vigente